Il centrotavola perfetto con KaDò flowerdesign

Elena Figoli, che per chi passa di qui non ha più bisogno di presentazioni, mi ha spedito altre foto preziose scattate ad un workshop tenutosi domenica scorsa, a cura di KaDò flowerdesign, corso che io mi sono persa perché ero nelle Marche.  Sperando che qualcuna di voi potesse partecipare, avevo pubblicato l’invito su Facebook: uso spesso questo canale per comunicazioni rapide di questo tipo, se non volete perderle trovate la pagina qui.

_MG_2537-2

Il corso era dedicato alla creazione del centrotavola. Ho chiesto a Daniele di KaDò di scrivermi qualcosa sulle composizioni che avevano realizzato durante il laboratorio e lui mi ha risposto con un decalogo del centrotavola che davvero non ha bisogno di aggiungere altro, se non le foto di Elena.

_MG_2533-2

Le dieci regole per creare il tuo CENTROTAVOLA

Regola numero 1: Non ci sono regole! La fantasia prima di tutto

_MG_2477-2

Regola numero 2: Sfrutta l’effetto sorpresa! Un centrotavola originale deve saper attrarre l’attenzione e stupire i tuoi ospiti

_MG_2420-2

Regola numero 3: Ispirati alla natura! Utilizza materiali quali legno, acqua, germogli, foglie, rami, sassi e pietre, tutto ciò che puoi trovare nel tuo giardino o passeggiando in mezzo al verde. ATTENZIONE però, vietato usare il terriccio, unico materiale che a tavola non dà un’immagine di igiene e pulizia

_MG_2337-2

Regola numero 4: Utilizza ciò che hai nella tua cucina! Hai mai pensato che i colori di frutta e verdura possano essere perfetti per il tuo centrotavola? Quindi apri il frigorifero e scegli! Nella tua dispensa ci sarà sicuramente anche del riso, magari anche del riso venere dal bellissimo colore scuro, utilizzalo!

_MG_2451-2

Regola numero 5: La scelta del contenitore è importante! Un piatto da portata, un cestino, una cassetta di legno, una scatola per biscotti, un vaso di vetro, un barattolo della marmellata, un asse di legno per il pane…

_MG_2554-2

_MG_2551-2

Regola numero 6: la dimensione deve essere proporzionata alla dimensione del tavolo e al numero di commensali! E’ consigliabile creare un centrotavola ogni 8/10 persone della dimensione di 30 cm circa, che non superi l’altezza di un avanbraccio in modo che non ostacoli lo sguardo degli ospiti e permetta di posizionare sul tavolo bevande e cibo. Parola d’ordine praticità: se il tavolo è piccolo non esagerare per poi dover spostare la tua creazione subito dopo.

_MG_2563-2

Regola numero 7: Sfrutta l’effetto “lume di candela” con moderazione! Se si tratta di una cena l’uso delle candele renderà l’atmosfera magica, ma attenzione, per farlo ci sono regole precise! NON usare candele se ci sono bambini a tavola o se si tratta di un pranzo e proteggi sempre la fiamma con una lanterna o un vaso di vetro, il rischio è che qualcuno possa scottarsi o bruciarsi una manica del vestito!

_MG_2553-2-Modifica

_MG_2577-2

Regola numero 8: Cerca di dare armonia alla tavola abbinando il centrotavola a posate e piatti e bicchieri! Se usi argenteria e porcellane pregiate, il contenitore sarà preferibilmente anch’esso pregiato, in vetro o porcellana, magari proprio un piatto da portata dello stesso servizio, mentre invece se scegli di dare un tono informale alla cena allora sbizzarrisciti con colori accesi e materiali grezzi quali juta e vimini

_MG_2399-2

Regola numero 9: Non dimenticare che l’arte del centrotavola è soprattutto ospitalità! Mettere a proprio agio i tuoi commensali è il primo e unico scopo per il quale creare un buon centrotavola… perciò non preoccuparti se le tue candele si consumeranno, se un commensale sbadato sciuperà la composizione per sbaglio, tutto è pronto per fare festa insieme non per essere guardato e ammirato!

_MG_2505-2

Regola numero 10: Accetta con un sorriso i complimenti alla tua creazione! Non sminuire il tuo lavoro se qualcuno lo apprezza, ma anzi fai capire che ci hai messo passione e che ti sei divertita a farlo per loro!

_MG_2521-2

_MG_2533-2

 Avete letto che bello questo decalogo? A me sono piaciuti soprattutto gli ultimi due punti. E non vedo l’ora di sperimentare con frutta e verdura.

Sono certa che queste idee piaceranno anche a voi, magari la tavola di Pasqua sarà l’occasione per provare qualcosa di nuovo!

_MG_2513-2

_MG_2512-2

Grazie mille Daniele e come sempre bravissima Elena!

_MG_2625-2

Annunci

4 thoughts on “Il centrotavola perfetto con KaDò flowerdesign

  1. Anch’io sono rimasta piacevolmente stupita da quanto siano utili questi consigli, senza essere esagerati e quindi difficilmente applicabili! Oltre all’utilizzo di frutta e verdura mi piace l’idea di un centrotavola creato con un pezzo del servizio che si mette a tavola… devo provare subito 🙂 Penso magari a teiere, lattiere, zuccheriere come porta fiori… E poi anche il riso venere: in un vasetto trasparente è già quasi pronto per fare la sua figura a tavola…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...