Tavola di Pasqua e colazione in città

E così anche Pasqua è già passata. Noi, come spesso facciamo quando abbiamo qualche giorno di vacanza in più, andiamo dai miei suoceri nelle Marche, dove di solito troviamo un clima molto migliore di quello che lasciamo in Emilia.

Questa volta no, anzi il bel tempo è arrivato alla fine, ma era già Pasquetta e noi partiamo al mattino presto per evitare di rimanere intrappolati nel traffico del rientro.

Sono stati giorni di pranzi e cene impegnativi ma che decisamente meritavano uno strappo alla regola, mia suocera cucina divinamente.

Il pranzo di Pasqua aveva un menù così articolato che non riesco prorpio a ricordarmelo tutto, posso solo dire di aver contribuito agli antipasti con la torta pasqualina, preparata in due versioni: una classica, e una rivisitata per il fratello di mio marito che ha seri problemi di allergie a molti ingredienti.

torta pasqualina

DSC_0144

Quest’anno a tavola eravamo in numero ristretto rispetto al solito, e il tavolo non è stato allestito nella sala più grande (dove stiamo comodamente a tavola in più di 20, per me che a casa mia ho i posti a tavola seduti per massimo 6 persone, 8 strettissime, è un sogno!) ma la tavolata faceva comunque la sua figura.

Ho scattato qualche foto alla tavola mentre veniva apparecchiata, mia suocera quest’anno ha scelto il verde come colore dominante. Le foto sono molto scure perché il giorno di Pasqua non ha smesso un secondo di piovere, e la luce naturale era, purtroppo, grigia.

tavola di pasqua in verde

tavola di pasqua in verde

Al centro del tavolo un’insalata di rucola, mele e noci all’aceto balsamico aspettava gli ospiti.

DSC_0118

Ed ecco la bellissima terrazza, che di solito a Pasqua è un tripudio di fioriture: quest’anno complici la Pasqua a inizio primavera e il meteo che continua a fare le bizze, era impraticabile per la pioggia e aveva ancora pochi colori.

DSC_0121

Ieri come vi dicevo siamo rientrati in città. Questa mattina ci siamo svegliati con un caldo sole primaverile che avremmo preferito avere in vacanza ma pazienza.

A colazione abbiamo goduto di qualche dolce ricordo dei giorni di Pasqua: i calzoni, o calcioni, dolci tipici marchigiani preparati da mia cognata. Hanno un ripieno morbido al cacao, perfetto per ricominciare la settimana.

calcioni dolci marchigiani

Ho preparato per me e mio marito un vassoio della colazione con tocchi rossi per affrontare con grinta questo martedì che aveva tutta l’aria di essere un lunedì faticoso. Piattino per i dolci bordato di rosso, tovaglioli rossi e mug rigorosamente spaiati, rossi.

Secondo voi qual è la mia tazza?

DSC_0185

DSC_0184

Voi come avete trascorso la Pasqua?

Annunci

3 pensieri su “Tavola di Pasqua e colazione in città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...