La nostra vacanza in Umbria. Parte prima.

Come sa chi segue il blog su Instagram e Facebook, siamo stati in vacanza in Umbria qualche giorno. Questa vacanza è stata organizzata in pochissimo tempo, dopo che per impegni lavorativi di mio marito ci era saltata una vacanza più lunga e sognata per tutto l’inverno, prevista per maggio, in Provenza.

Con dei tempi più ristretti abbiamo scelto una meta che non fosse troppo lontana (dalle Marche dove io e Giulia ce la spassiamo d’estate, e il papà ci raggiunge appena può).  Avevo visto pochissimo dell’Umbria, e il mio pensiero è subito ricaduto su questa terra ricca di suggestioni artistiche, letterarie, ricca di paesaggi bellissimi e di città da scoprire. Poi la scoperta di alcune coltivazioni di lavanda in questa regione, che forse mi avrebbero tolto un po’ della voglia di Provenza, mi ha fatto decidere senza indugio.

Quando programmo un viaggio utilizzo sempre almeno un paio di guide diverse. Questa volta avevo a disposizione la guida rossa del Touring e la guida Umbria e Marche della Lonely Planet. Ho strutturato un programma con percorsi brevi in macchina, per non stancare troppo Giulia e perché la diffusione capillare di luoghi interessanti ci lasciava solo l’imbarazzo della scelta.

La nostra prima tappa intermedia è stata Castelluccio, a pochi chilometri da Norcia, famosa per le sue lenticchie squisite e per la piana che ne ospita le coltivazioni. Quando siamo passati noi la piana era in piena fioritura.

DSC_0104

É stato un’incanto vedere questo paesaggio pieno di colori sfumati, il bianco della lenticchia accompagnato dal rosso dei papaveri, dal giallo dei ranuncoli e del tarassaco, dal blu dei fiordalisi,  tutti fiori spontanei che crescono intorno.

DSC_0113

DSC_0127

DSC_0122
DSC_0157

Oltre ai fiori nella Piana Grande c’era un gruppo di cavalli bellissimi che venivano preparati da allevatori e cavalieri vestiti come nel Far West. L’effetto era fantastico.

DSC_0195

Siamo arrivati a Castelluccio circa alle 8.30 del mattino, ci siamo fermati giusto il tempo di fare, tra una coccola e l’altra, una passeggiata tra i fiori.

DSC_0152

DSC_0160

DSC_0135

La tappa successiva è stata Norcia, piccola cittadina raccolta intorno ad una piazza ariosa, in cui spicca la Basilica di San Benedetto con un notevole portale gotico. Nella Basilica, che la leggenda vuole essere la casa in cui naquero i gemelli Benedetto e Scolastica, è possibile assistere alla messa cantata dai monaci (canto gregoriano in latino).

DSC_0262

Anche se, devo confessarlo, le attrazioni principali  di tutta la vacanza sono state: i leoni di pietra, le fontanelle e i cinghiali impagliati appesi fuori dalle norcinerie. Se ne trovano da tutte le parti, e  sono stati sempre di estremo interesse per la piccola turista al suo primo vero viaggio on the road.
DSC_0228

Dopo un ottimo pranzo alla Trattoria dal Francese, che ci ha gentilmente aperto le porte alle 11.40 quando si è svegliato lo stomaco della signorina, ci siamo rimessi in macchina per raggiungere l’agriturismo con piscina in cui rilassaci nel pomeriggio.

A presto con le tappe successive.

Annunci

4 thoughts on “La nostra vacanza in Umbria. Parte prima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...