Sotto questo sole: decalogo per invitati al matrimonio in spiaggia

Qualche anno fa, a inizio agosto, ho partecipato ad un bellissimo matrimonio sulla spiaggia, in Grecia.

Ne parlavamo lo scorso fine settimana con mio marito, che mi aveva accompagnata: è un matrimonio che ricordiamo sempre con grande piacere perché gli sposi sono stati degli ospiti straordinari, e per noi fu l’occasione per una vacanza memorabile tra spiagge da cartolina, serate fra amici e siti archeologici meravigliosi.

Ma, c’è un ma. E proprio di questo vorrei parlarvi oggi. Come ci si veste se si è invitati (il discorso per gli sposi è ancora più complesso… se vi interessa approfondiremo!) ad un matrimonio in spiaggia?

Ho cercato di sintetizzare, in 10 punti per tutti ed una riflessione aperta er i signori uomini.

1- Scarpe seza tacchi. Metto questo suggerimento al primo posto perché arrivare ad un matrimonio in spiaggia con tacchi a spillo potrebbe rovinarvi l’intera cerimonia. Niente tacchi, neanche bassi, come avevo fatto io: affondano comunque, renderanno goffo qualsiasi spostamento. Optate piuttosto per dei sandali piattissimi, da indossare ovviamente con pedicure impeccabile. Se poi li trovaste belli e intonati al tema del mare, come questi, ancora meglio.sandali matrimonio mare

2- Cosa mi metto? La regola in questo caso è: né troppo formale, né come per andare in spiaggia. Un tessuto come la seta, naturale, leggero e traspirante, potrebbe essere l’ideale. Anche se prevedete che faccia molto caldo, tenete buona la regola generale di evitate scollature eccessive e orli troppo corti.

Per gli uomini, in ogni caso no ai bermuda, sì invece a completi nei colori cachi, beige, sabbia, marrone, al lino blu o carta da zucchero. La cravatta? Ci arriviamo.

3 – Evitate il nero. Mi è capitato pochi mesi or sono di vedere le foto del matrimonio di una coppia di conoscenti su una spiaggia americana . Gli sposi, bellissimi, vestiti entrambi di bianco. Il padre e il fratello dello sposo, in abito nero, camicia bianca e papillon, sembravano i camerieri della nave da crociera ancorata sullo sfondo dell’immagine. Vale anche per le signore. Soprattutto se la cerimonia è di giorno, via libera al colore.

4 – Fattore sole: tenete presente che, salvo sciagure meteoroliche poco auspicabili, la cerimonia probabilmente si svolgerà all’aria aperta, e quindi anche al sole. L’occasione è delle migliori per osare cappelli a larga tesa, da diva, e per portare gli occhiali da sole, altimenti intollerabili ad una cerimonia.

cappello_matrimonio in spiaggia

5 – Fattore sole/2. Anche la vostra pelle merita un pensiero. Indossate una crema viso con protezione solare e prevedete una protezione anche per le parti di corpo scoperte. Per il make up scegliete dei prodotti resistenti al calore, se volete evitare sbavature inestetiche.

6 – Fattore vento. Altro aspetto da prevedere. I capelli sciolti devono avere un piano b, sia anche uno chinon da acconciare rapidamente. Oppure pensate a un foulard che trattiene una coda morbida. I capelli lunghi, sciolti, potrebbero perdere la piega in pochi minuti, in caso di vento.

windy hair

7 – Fattore vento/2: Per le signore sarà meglio scegliere abiti aderenti al corpo piuttosto che gonnelline svolazzanti, se non volete rischiare che la vostra biancheria intima venga immortalata e consegnata ai posteri nelle foto dell’album di nozze.

8 – E se cambia il tempo? Gli sposi devono sempre prevedere una location che offra rifugio in caso di pioggia, ma una pashmina morbida da mettere sulle spalle può sempre far comodo, soprattutto dopo il tramonto.

9 – Rilassatevi, il matrimonio in spiaggia richiede un atteggiamento rilassato. Probabilmente l’avranno, nel limite del possibile, anche gli sposi. A proposito, se negli inviti vi venisse chiesto di portare il costume, portatelo. Al matrimonio greco, su richiesta degli sposi, in molti hanno fatto il bagno di notte, durante i festeggiamenti. Noi non l’avevamo fatto, ma qualcuno si era tuffato in biancheria intima e… non spiccava certo per raffinatezza.

10 – Cogliete l’occasione per fare una vacanza. Di solito i matrimoni in spiaggia vengono organizzati in luoghi molto suggestivi. Se dovete comunque affrontare un viaggio per arrivarci, tanto vale cercare di far coincidere le proprie ferie con la data del matrimonio e esplorare un po’ la zona.

santorini

Riflessione sull’abbigliamento maschile. Antefatto: una delle scene più divertenti del matrimonio del nostro amico Giorgos e di sua moglie Nadia era stata quella in cui un sommozzatore uscendo dall’acqua proprio sulla spiaggia in cui aspettavamo l’arrivo della sposa, aveva guardato sbalordito mio marito e un altro nostro amico che passeggiavano in riva al mare abbigliati di tutto punto secondo i più classici dettami dell’eleganza maschile. I due baldi giovani avevano affrontato il caldo con stoica resistenza, senza nemmeno pensare, neanche a festa inoltrata, di slacciare la cravatta o togliere la giacca.

Quindi, pensando alla stesura di questo post, ho chiesto a Giacomo che cosa avrebbe indossato se fossimo stati invitati un’altra volta ad un matrimonio in spiaggia. Mi aspettavo qualche concessione ad un abito senza cravatta, o a dei mocassini anziché scarpa allacciata con calza. Mi ha risposto che si sarebbe vestito esattamente come per il matrimonio greco, perché se il gentil sesso può essere elegante anche in infradito, la stessa cosa non si può dire per i maschietti.

E soprattutto perché, cito letteralmente Giacomo, un matrimonio in spiaggia non è una festa in spiaggia.

Che ne pensate?

Crediti fotografici: Pinterest.

Annunci

13 pensieri su “Sotto questo sole: decalogo per invitati al matrimonio in spiaggia

  1. D’accordo su tutto, spezzo solo una lancia sugli abiti svolazzanti (se pure non troppo corti) perché in spiaggia mi piacciono particolarmente.
    Sull’abbigliamento maschile invece non sono sicura di condividere il pensiero del tuo consorte: esiste un’eleganza che va oltre giacca e cravatta, e un matrimonio in spiaggia mi sembra l’occasione perfetta per dimostrarlo. Senza cedere alle infradito, of course 😉

    Mi piace

    1. Anch’io non sono del tutto persuasa dalla teoria di mio marito. Il nostro amico greco aveva come abito da sposo un completo bianco con camicia di lino verde acqua, colore del matrimonio ripreso anche dalla cintura in vita sull’abito della sposa, ed era assolutamente quello lo stile da adottare (intendo completo non troppo formale e camicia). Forse avremmo dovuto informarci o essere informati sul dress code, ma quella credo sia la soluzione migliore.

      Mi piace

  2. Mi hai fatto venire su un milione di rimpianti perché io il matrimonio sulla spiaggia potevo farlo davvero ma sono finita in un mano di una tipa che organizza catering e mi aveva promesso meraviglie e una villa stupenda poi sfumata all’ultimo minuto. Potevamo fare una splendida festa a Portonovo sigh sob ma … Mai dire mai il prossimo anno sono dieci anni 🙂 e mi hai dato delle idee 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Allora siamo in tempo! Che bello il 10mo anniversario, merita proprio una festa come si deve. Poi se hai l’opportunità di farla a Portonovo… magari al ristorantino che è piaciuto tanto anche al Principe Carlo!

      Mi piace

  3. Comunque a proposito di matrimoni in spiaggia. Visto le nozze sul lago della Borromeo? li davvero dress code non pervenuto, credo di non avere mai visto un’accozzaglia tale di vestiti e devono anche essere stati sorpresi dal freddo perché sono uscite fuori delle pashmine color marroncino spento che erano una meraviglia

    Mi piace

    1. Non ci ho capito molto di tutto il circo un po’ zingaro che hanno messo in piedi per questo matrimonio. Comunque davvero non riesco a capacitarmi come si possa costringere gli invitati a cambi d’abito ripetuti, come funziona, a un certo punto scappano tutti in hotel a cambiarsi al volo e poi ci si ritrova un paio di ore dopo a rifarsi i complimenti di rito su come sta bene l’abito a tizia e il cappello a caia? Il freddo è arrivato all’improvviso al nord, ma era davvero freddissimo, dopo un mese di caldo torrido, che siano stati colti alla sprovvista dal meteo ballerino ci sta anche, è il programmato che stona nelle nozze Casiraghi Borromeo.

      Mi piace

    2. Ma la borsa Mrs. Casiraghi l’hai vista? Anche quella un po’ pacchiana, ma non mi dispiace… anzi lancio l’idea della bag personalizzata come regalo da fare alla sposa, magari da parte delle amiche che organizzano l’addio al nubilato.

      Mi piace

      1. Eh ma la BB è arrivata ben in ritardo, gli accessori “mrs.” se li è inventati un decennio fa nienteno che Posh Spice, si dice per chiarire bene alle (eventuali) scappatelle del marito che una moglie c’era e tale sarebbe rimasta 😉

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...