Apparecchiare con i piatti spaiati: una prova in bianco e blu

Come avevo raccontato nel precedente articolo, in questo periodo ho voglia di sperimentare apparecchiando con piatti spaiati. Nell’attesa di ricevere alcuni acquisti fatti via internet quest’estate, ho iniziato a fare delle prove di accostamenti con i piatti che ho in casa.

Per iniziare sono partita da un accostamento cromatico facile, un grande classico: il bianco e blu. In casa ho abbastanza pezzi nei toni dell’azzurro, del blu o in bianco e blu, ed ho fatto un po’ di esperimenti.

Questo è il primo tentativo di assemblaggio, e anche il risultato finale che più mi soddisfa.

DSC_0186

Gli abbinamenti sono partiti da un piatto fondo Wedgwood creato con la tecnica del transferware.

DSC_0194

A questo ho pensato subito di abbinare due pezzi: un grande piatto di ceramica blu che ho comprato in Portogallo, con stelle in rilievo sul bordo, a mo’ di sottopiatto, e il piattino Royal Copenhagen mio coetaneo con scorcio di città che vedete sopra a tutti i piatti.

DSC_0193

Poi tra il sottopiatto (di solito uso questo acquisto lusitano come piatto da portata) e il piatto fondo ho inserito un piatto Ikea di qualche anno fa, azzurro con linee concentriche bianche.

DSC_0195

Cosa pensate del risultato finale (la prima foto)?

Ho comunque fatto altre prove sostituendo alcuni pezzi con altri piatti sempre nelle stesse tonalità di colori.

DSC_0192

Inizialmente avevo preparato anche delle ciotoline, alcune comprate molti anni or sono in un souk tunisino, altre dal gusto meno etnico. Ma è stato subito evidente che non potessero dialogare in modo felice con il piatto inglese iniziale, e quindi ho lasciato perdere.

Ho provato a sostituire il piatto piano Ikea con un altro di identica provenienza svedese, in una tonalità scura di grigio-blu. E ho sostituito il piattino danese con un altro inglese, con un disegno di fiori e draghi. Ma il risultato non mi convinceva come quello della prima prova, perché il piatto fondo così scuro incupiva tutto.

DSC_0196

Allora ho sostituito ancora il piatto fondo, usandone uno bianco, e l’insieme mi sembrava migliorato.

DSC_0199

A quel punto ho rimesso al suo posto il piatto della Royal Copenhagen che faceva parte delle scelte iniziali,

DSC_0202

e ho capito che  comunque il mio set preferito rimaneva il primo che avevo messo insieme.

DSC_0188

Questo rimarrà un esperimento, nel senso che con questi piatti non potrò apparecchiare una tavola: in ogni caso non userei il Royal Copenhagen per mangiare, e ho solo questo pezzo, come per il piatto grande blu portato a casa dal Portogallo.

Intanto mi sono divertita a giocare con gli abbinamenti e certamente non è finita qui.

 

Annunci

4 thoughts on “Apparecchiare con i piatti spaiati: una prova in bianco e blu

  1. Il mio preferito è il terzo, se non altro perché mi sono perdutamente innamorata del piatto coi draghi ♥♥♥
    Mi dici di chi è?
    Ps comunque saper apparecchiare spaiato è un dono, e tu indubbiamente ce l’hai 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...