Due piatti da Delft

Appena prima di Pasqua sono incappata in alcune caramiche olandesi di Delft, oggetti che desideravo da tempo, ho acquistato due piatti e quasi subito ho iniziato a imbastire l’articolo. Dovevo rileggerlo e concluderlo ma eccolo qui esattamente com’era più di un mese fa. 

Mi dispiace trascurare il blog ma ultimamente va così; ho pochissimo tempo per tutto e ovviamente rispetto ad altre attività prioritarie (famiglia, lavoro, varie ed eventuali)i miei post passano in secondo piano.

Da tempo cercavo qualche pezzo decorato nella cittadina olandese famosa proprio per le sue ceramiche bianche e blu, che furono prodotte in Olanda a partire dal XVI secolo ad imitazione delle porcellane importate dalla Cina, ma ad un prezzo più conveniente, ed ebbero un grandissimo successo.

A dire la verità avevo programmato per l’estate del primo anno di mai figlia (cioè ormai due anni fa) un viaggio in Olanda che aveva lo scopo non dichiarato ma preciso ma fare incetta di bulbi che immaginavo dare vita a tulipani meravigliosi e di ceramiche di Delft. Poi le cose sono state più complicate del previsto, o mio marito forse aveva intuito lo scopo occulto del nostro viaggio e non se l’è sentita, comunque ho passato l’estate al mare e non posso certo lamentarmi.

Quando appena prima di Pasqua ho visto dei bellissimi piatti con i mulini a vento da una delle mie spacciatrici di ceramiche (ha un banco al mercato in Piazza San Prospero a Reggio Emilia al giovedì, e so che è sempre presente anche ai mercatini dell’antiquariato di Modena), non ho saputo resistere.

Ecco il bottino. Il primo piatto ha come protagonista del paesaggio, sulla destra, un immancabile mulino a vento sovrastante alcune case dalla facciata con il classico profilo olandese, mentre a sinistra, su un corso d’acqua, passano due barche a vela. Sullo sfondo troviamo alberi e un altro mulino, mentre in primissimo piano due figure stanno parlando poco distanti dalle case.

DSC_0172

Di questo piatto mi ha affascinao molto anche la bordura, con fiori e motivi decorativi molto raffinati, di cui vi propongoun dettaglio floreale.

DSC_0184

Ecco un ingrandimento del mulino e del gruppo di case.Come si vede da questo particolare, anche se non prefettamente a fuoco, il disegno del piatto è molto dettagliato, preciso e ricco.

DSC_0186

Il marchio è stato utilizzato a partire dal 1834, fino a tempi più recenti, come ho scoperto su questo sito olandese con la datazioni delle ceramiche di Delft (sito in olandese… ma le immagini e i numeri si campiscono :)).

DSC_0174

Il secondo piatto è questo. Leggermente più grande del primo, rappresenta ancora uno dei soggetti più classici della maiolica di Delft: un paesaggio della campagna olandese, con gli immancabili elementi caratterizzanti: il mulino a vento, le imbarcazioni che scivolano pigramente sui canali, le case e la coppia di contadini.

DSC_0178

Ecco il marchio del piatto, prodotto dalla  Boch per la Royal Sphinx di Delft, dettaglio che lo colloca tra il 1841 e il 1979.

 

DSC_0182

il marchio nella mia foto è piuttosto sfocato e lo ripropongo in un’immagine tratta da internet.made for royal sphinx by boch belgium

Delft è anche la città in cui si svolge un bel romanzo storico, letto molti anni fa ma ancora vivo nella mia memoria per la capacità dell’autrice di ricreare l’interno di una casa borghese nell’Olanda del Seicento, La ragazza dall’orecchino di Perla di Tracy Chevalier.

Leggetelo se vi capita, ne vale la pena.

 

Annunci

10 thoughts on “Due piatti da Delft

  1. Veramente bellissimi, hai fatto un ottimo acquisto. Anch’io amo molto la ceramica olandese, non ho piatti ma solo un piccolo vassoio e un vasetto, però anche qui… mai dire mai 😉
    C’è poco da fare, Il mondo del bianco blu è vasto e meraviglioso ❤ ❤ ❤

    Liked by 1 persona

    1. La signora aveva anche altri pezzi, alcuni molto grandi ma fuori budget e difficili da stivare. Ho scelto questi per il disegno inequivocabilmente olandese e le dimensioni. Sarebbero piatti da appendere, ma mio marito è impallidito solo all’idea. E forse, lascio aperta la strada del dubbio, in una casa di città sarebbe esagerato. Tu hai mai appeso piatti alle pareti?

      Mi piace

      1. In città no, in campagna ne ho tre ma di soggetto agreste. In compenso mia suocera ne ha le pareti tappezzate.
        Devo dirti però che nelle case moderne non mi fanno impazzire, li vedo molto meglio in una casa antica e più ancora in un ambiente rustico ma elegante

        Mi piace

  2. Mia nonna aveva alcuni piatti appesi alle pareti della sala da pranzo, in casa in città, e il risultato era piuttosto elegante ma casa nostra è molto diversa e credo che non si intonerebbero all’arredo di alcuna stanza. Peccato però, in questo caso significa non utilizzarli 😦

    Mi piace

  3. Io ho appeso due piatti con i nomi e le decorazioni del vecchio ristorante dei miei nonni e quello di alcuni cugini ai lati della cappa in cucina ma sono piatti appunto da ristorante e il valore è meramente affettivo…però ve lo comunico il bianco e blu è molto versatile, al limite in una camera in estate con copriletto bianco, mobili chiari o anche scuri e pochi ornamenti

    Liked by 1 persona

  4. Sabrina, i tuoi piatti saranno sicuramente bellissimi, e il fatto che siano un ricordo di famiglia li rende unici. Bella l’idea di una camera da letto bianca e blu, molto essenziale, con i piatti bianchi e blu: non l’ha detto nessuno che non possano uscire dalla zona giorno!
    Anzi, non so se su Pinterest o su qualche blog americano avevo visto delle ceramiche esposte sulle pareti bagno 🙂

    Mi piace

    1. Sai che è passato un po’ di tempo e non mi ricordo davvero più il prezzo? Puoi provare a cercarle su eBay, oppure cercarle nei mercatini o da antiquari specializzati. Un giro su eBay vale sempre la pena farlo, anche per rendersi conto dei prezzi medi.
      In Olanda non ci siamo andati, purtroppo… Tu hai già delle ceramiche di Delft?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...