Mettetelo nero su bianco

Se è vero che il giorno del matrimonio è per la sposa il giorno del bianco per eccellenza, è anche vero che tra tutti i colori possibili il nero, abbinato con il bianco, è istintivamente quello che più colpisce.

Ecco qualche modo per indossare il nero nel giorno del vostro matrimonio.

Partiamo da un effetto optical a righe bianche e nere, per una sposa non convenzionale…


96b5a2a9ae2eceb22ea50a7933ec68a8

o -molto più facile- per le damigelle, o la testimone.

c94d712db2e9a924e8727a8f7782d1ce

Un tocco di nero può essere aggiunto con un delizioso paio di scarpe da sera, che potreste rimettere anche in altri momenti (e magari il matrimonio sarà l’occasione per concedervi un paio di scarpe super che altrimenti non avreste comprato), o semplicemente delle scarpe con un dettaglio in nero, come in questo modello di Prada.

e23d9ebb8668e211bdb94b76874fb094

La base dell’abito non è proprio bianca ma il pois nero è delizioso, magari per un matrimonio civile o per le seconde nozze. E anche in questo caso date un’occhiata alle scarpe.

a55df05a27a0c81f8a0322d1931d8748

Un abito con un magnifico dettaglio nero è questo modello della collezione permanente di Vera Wang.

885f221139b576be69dca3f72c7378d6

Un tripudio di morbido tulle e pizzo, un abito che coniuga tradizione e modernità, e che mi è sempre piaciuto tantissimo.

Non per niente abiti con dettagli in nero sono stati proposti negli ultimi anni da tutti gli atelier sposa.

Io al tempo ho adottato una soluzione simile a quella qui sopra: durante la cerimonia avevo indossato l’abito senza la fusciacca nera, che avevo aggiunto al momento del ricevimento serale. Mi ricordo che desideravo un tocco di colore, e avevo provato all’inizio colori pastello, un azzurro polvere, un rosa antico, entrambi stupendi, ma non risaltavano sul bianco… una fascia turchese mi aveva affascinata, ma niente reggeva il confronto con il nero. E così, fra mille dubbi, avevo ceduto alla seduzione del contrasto più forte di tutti.

Un’altra soluzione può essere un po’ di nero nei fiori. Magari senza esagerare, mescolandolo ad altri colori per evitare l’effetto Morticia Addams!

e76e3fa24fda2671a16ce185c4995126

Potete trovare altre ispirazioni nella sezione Wedding tales del mio profilo Pinterest.

Zucche, meraviglie d’autunno

Devo ammetterlo, amo la luce la primavera e l’estate… vedere le giornate che si accorciano e che sembrano finire a metà pomeriggio mi intristisce parecchio. Ci sono, però, aspetti dell’autunno che sono veramente unici, fra questi indubbiamente le zucche hanno un posto sul podio.

Ingrediente versatile in cucina, sono anche un ottimo elemento decorativo per le nostre case. Da qualche anno compro zucche di diverse dimensioni e forme che mi fanno compagnia mentre sul divano, sotto la mia coperta preferita e con una tazza di buon tè aromatico, aspetto il ritorno di stagioni migliori…

Quest’anno al mercato dei contadini di Reggio Emilia (sabato mattina, Piazza Fontanesi), ho comprato una zucca della varietà turbante turco. Forma e colori tutti da ammirare, la turbante turco ha anche, mi dicono, un’ottima polpa adatta alle zuppe, ma non ho ancora osato far fuori la mia per assaggiarla.

Ecco una foto che le ho fatto vicino ai melograni dolcissimi che per miracolo, senza che nessuno se ne occupi, crescono nel nostro giardino. Mia figlia li adora e sono un altro regalo graditissimo dell’autunno.

cropped-dsc_0046.jpg

Ecco invece qui sotto qualche foto che mi ha mandato la bravissima Elena Figoli. Sono foto che ha scattato nell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, vicino a Piacenza, mentre passava per caso una domenica. Una di queste foto è anche sulla copertina del blog.

_MG_9138

_MG_9165

Le zucche sull’altare mi hanno fatto sognare un matrimonio d’autunno con zucche, bacche e foglie secche come decorazioni… qualche sposa del prossimo autunno ha voglia di provare?

Credits: Elena Figoli, per info o ispirazioni  Je t’aime – Elena Figoli Photographer 


Questo è il mio primo post. Vado on line oggi, 24 novembre 2014, giorno in cui mia figlie compie un anno e mezzo. E’ il mio modo di ringraziare la vita per la gioia di questi mesi.

Se capitate di qui, siete i benvenuti.